{:en}Water and fire{:}{:it}Tra acqua e fuoco{:}

{:en}

The volcanism light the soil with beautiful colors: red as the ferrous deposit of Vesuvius, white sandy kaolin in the Solfatara, tuff emerald on the green island of Ischia, and the golden yellow of the Neapolitan tuff. In the Solfatara volcano we walk on the bottom of the crater. The youngest of the phlegrean volcanoes is Monte Nuovo. And the lake Averno: the gate of Hades for ancient Greeks but now a quiet place, home to several varieties of waterbirds and area of ​​historic vines.

{:}{:it}

Il vulcanesimo colora il suolo di brillanti tonalità: la terra rossa ferrosa del Vesuvio, sabbia bianca caolino nella Solfatara, il tufo verde smeraldo dell’isola di Ischia, e il  giallo oro del tufo napoletano. Nel vulcano Solfatara si cammina sul fondo del cratere. Il più giovane dei vulcani flegrei è il Monte Nuovo. E il lago d’Averno: la porta dell’Ade degli antichi greci e oggi luogo di pace, dimora di diverse varietà di uccelli acquatici e area di vitigni storici.

{:}